Foto del mio matrimonio - abilitate Javascript.

Il giorno più importante della mia vita

" L'amore è la resa della nostra mente a qualcosa più grande di noi.
   L'amore è la prova che esiste qualcosa più grande di noi! "

 

Brindisi Alessandro e Luca Giorgio e Cinzia Andrea e Martina Caterina e Diego Diego e Nicola Fabio e Roberta Martina e Ale Roberta Martina Cinzia Caterina Lonsio e Andrea Lonsio e Andrea Cin Cin Matrimonio
Ale Baleà Cinzia
Venans Cut Giando e IlariaGiorgio Giorgi
Cinzia con Pinguin Cinzia Cinzia Ciccarelli

 

" Il Regno dei Cieli è simile ad un mercante che va in cerca di perle preziose: trovatane una di gran pregio, va, vende quanto ha e la compra...è quello che ho fatto io con Cinzia ! "

 

Il discorso per il mio matrimonio

Il bellissimo discorso di Luca Pernici

Chiudete gli occhi.

Luce potente e abbagliante, calore estenuante. Immensa distesa pietrosa dai confini incerti.

Il suono rotto, diffuso e irregolare del metallo che batte sulla dura pietra.

Una sterminata miriade di lavoranti grondanti di sudore e bruciati dal sole persi quasi tra la terra e il cielo. Con passo tenue e solenne, un piccolo e vecchio uomo dalle vesti sontuose, nel percorrere lo spazio polveroso della cava di pietra, si arresta d'un tratto vicino ad uno degli spaccatori di pietre interrompendone il lavoro...

Passante: "Che cosa fai buon uomo?"

Spaccatore di pietre: "Io?"

Passante: "Si proprio tu. Dimmi che fai?"

Spaccatore: "Io spacco le pietre!"

Rimessosi lo spaccatore di pietre subito al lavoro, il piccolo e vecchio uomo riprende il suo tragitto. Non molti metri dopo con fare garbato si avvicina ad un secondo lavorante, interrompendo anche di questo il lavoro...

Passante: "Che cosa fai tu buon uomo?"

Spaccatore di pietre: "Io?"

Passante: "Si proprio tu. Dimmi che fai?"

Spaccatore: "Io mi guadagno da vivere!"

Rimessosi lo spaccatore di pietre con una certa fantasia subito al lavoro, il piccolo e vecchio uomo riprende di nuovo il suo tragitto. Nel suo procedere osserva con attenzione i numerosi spaccatori di pietre-gente rude, gretta, umile e paziente, scorbutica e nervosa, stanca soprattutto, dalle membra sfinite...il cui unico scopo è il riempirsi la pancia... gente dagli occhi grigi e spenti!

Ma all'improvviso...perso quasi tra gli ultimi e corti raggi del rosso tremolar del tramonto, un esile uomo spaccava con attenzione ed una certa leggerezza anche la dura pietra che aveva dinanzi e con una cura ed una calma gentile e rara ripuliva e rifiniva i blocchi che dalla pietra aveva estratto. Incuriosito il piccolo e vecchio uomo gli si avvicinò interrompendone con cortesia il fare...

Passante: "Che cosa fai tu buon uomo?"

Spaccatore di pietre: "Io Signore?"

Passante: "Si proprio tu. Dimmi che fai?"

Spaccatore: "Io? Io preparo i mattoni per la costruzione di una Cattedrale!"

Ebbene, io penso che GIORGIO, proprio come quest'ultimo spaccatore di pietre e diversamente dalla stragrande maggioranza degli altri, sia una persona che fa ogni cosa, non con stanchezza e sufficienza perchè obbligato, né tantomeno in fine di un profitto, ma sempre con lo scopo e la speranza che produca qualcosa di importante e di grande!

Mi auguro, dunque, che Giorgio - ed estendo l'augurio soprattutto a Cinzia - continui ad essere nella sua unione con Cinzia quel raro spaccatore di pietre che sempre si è dimostrato di essere nella speranza che faccia del suo matrimonio una bellissima e possente Cattedrale!

Con amicizia e stima.

Luca Pernici